Il cardinale De Donatis apre il corso su Matrimonio e famiglia

    «Il discernimento è quella sapienza pratica che abilita a elaborare e formulare prudenti giudizi di azione da compiere. Esso è opera della coscienza (…) Il discernimento porta all’agire». Così il cardinale vicario Angelo De Donatis ha aperto stamattina il corso di formazione su “Matrimonio e famiglia” nella basilica di San Giovanni in Laterano. Aperto a parroci, diaconi, sposi e operatori della pastorale familiare della diocesi, il percorso formativo è promosso dal Vicariato di Roma e dal Tribunale della Rota Romana e si concluderà giovedì 27, con l’udienza del Santo Padre sempre nella cattedrale di Roma.

    Nel suo intervento, il cardinale vicario si è soffermato su “I fondamenti teologici del discernimento nei primi cinque paragrafi dell’Amoris laetitia. E ha toccato temi quali la sacramentalità del matrimonio e il compito educativo dei genitori, senza tralasciare di mettere in evidenza «le ombre, che oscurano il bene», e che pure «concorrono a riconoscere e avvalorare il bene del matrimonio e della famiglia».

    Leggi l’intervento completo del vicario