Nonno e vedovo, diventa sacerdote

    Da generale, passando per nonno e vedovo, a sacerdote. Una storia semplice allo stesso tempo straordinaria quella di Antonio Celletti, sessantotto anni, nonno di due nipotine, generale dell’Aeronautica in pensione e, da sabato 2 giugno, sacerdote della diocesi di Roma. Già diacono permanente, sarà ordinato nella sua parrocchia, Sant’Ireneo a Centocelle, dal vescovo Daniele Libanori.

    «Provo un senso di inadeguatezza per la grandezza del compito a cui sono chiamato – queste le parole di Celletti – ma questa esperienza mi apre necessariamente a una dimensione più grande e totalizzante, quale è l’amore di Dio, ed è solo Lui la base solida sulla quale fondare la propria vita».

    Nel novembre del 2006 Celletti rimase vedovo della moglie, morta dopo una lunga malattia. Da allora ha iniziato un cammino di formazione e discernimento che lo ha portato prima al diaconato e infine al sacerdozio.

    1 giugno 2018