Ente



Chiesa rettoria  – S. Teodoro al Palatino

Parrocchia di Appartenenza:   S. Maria in Portico in Campitelli
Piazza di Campitelli 9 – 00186 Roma
Settore  Centro –  Prefettura  II – 1ºMunicipio  – Sant’Angelo

Via di S. Teodoro 7 – 00186 Roma

Contatti

Telefoni Mail
telefono   –   06-67.86.624


Incaricati attuali:

Incaricato Data nomina N. Decreto Data inizio Data fine


Orari:
La Chiesa di San Teodoro è stata una chiesa cattolica fin dalla sua edificazione nel VI d.C. Dal 1 Luglio 2004 è passata alla Chiesa Ortodossa del Patriarcato Ecumenico di Constantinopoli, quando nello spirito dell’Ecumenismo fu donata dal Papa Giovanni Paolo II al Patriarca Ecumenico Bartolomeo per i bisogni degli Ortodossi in Italia. Nella sua omelia durante l’Inaugurazione della Chiesa
di San Teodoro Tirone, Sua Santità il Patriarca Ecumenico Bartolomeo così si è espresso:
«Eminentissimo Metropolita d’Italia e caro fratello in Cristo Signor Gennadios e gli altri Eminentissimi fratelli,
Eminentissimi ed Eccellentissimi rappresentanti della venerata Chiesa Romano-Cattolica,
Venerati Presbiteri,
Onorevole Signor Sotto-segretario di Stato presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana,
Eccellentissimi Signori Ambasciatori e Illustrissimini Signori Consoli e Presidenti delle nostre Comunità;
Gentilissima Signora Fotinì Livanù,
Figli nel Signore benedetti e diletti,

Giorno festoso e luminoso è l’odierno per la Comunità Greco-Ortodossa della Città Eterna, per la Sacra Arcidiocesi Ortodossa d’Italia, per la nostra pia Nazione e sicuramente per la nostra Santa e Grande Chiesa di Cristo della Nuova Roma, del primaziale Patriarcato Ecumenico.

Dopo tanti secoli senza una congrua casa ortodossa di preghiera a Roma, celebriamo oggi l’inaugurazione di una chiesa maestosa, antica e storica, ristabilita e restaurata, dedicata al nome del Santo e glorioso Megalomartire Teodoro il Tirone.

Comune rifiugio della Comunità Ortodossa di Roma fu per molti anni la modesta chiesetta di Sant’Andrea Apostolo il Primo Chiamato, fondatore e patrono della Chiesa di Costantinopoli, cappella dell’Ambasciata di Grecia. Lì l’adorabile nostro Santo Dio Trinitario ascoltava le preghiere dei figli dell’Ortodossia, lì vedeva le loro lacrime, lì segiuva i sospiri del loro cuore, lì effondeva il Suo Spirito, la Sua Grazia, la Sua misericordia. Tre volte gra

per segnalare errori sui dati e/o integrare ulteriori informazioni:
annuario@diocesidiroma.it