La lettera ai fidei donum per il mese missionario straordinario

    «Papa Francesco ci ha ricordato che si diventa missionari vivendo da testimoni: testimoniando con la vita di conoscere Gesù. È la vita che parla. Se abbiamo scoperto di essere figli del Padre Celeste, come possiamo tacere la gioia di essere amati, la certezza di essere sempre preziosi agli occhi di Dio? È questo l’annuncio che tanta gente attende. Ed è responsabilità nostra». Così il cardinale vicario Angelo De Donatis scrive ai sacerdoti fidei donum della diocesi di Roma, in occasione del mese missionario straordinario.

    Questo ottobre 2019, in coincidenza con il centenario della promulgazione della lettera apostolica “Maximum illud”, infatti, Papa Francesco ha invitato a «riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale», come sottolinea il porporato nella lettera per i fidei donum.

    «Il Signore ci chiede ancora di farci dono lì dove siamo – si legge ancora –, così come siamo, con chi ci sta vicino, ricordandoci che il protagonista della missione è lo Spirito Santo. Il Signore non ci lascerà soli».

    Per leggere la lettera completa, cliccare qui.

    9 ottobre 2019