Ente



CHIESA ANNESSA SAN GIOVANNI BATTISTA DEI GENOVESI
Chiesa Regionale Genovesi

Via Anicia 12 - 00153 ROMA
cell. 336-73.27.34 (Rettore) - tel. 06-58.12.416 (segreteria Confraternita)
[Luogo sussidiario di culto Parrocchia San Crisogono
Settore Centro - Prefettura III - Municipio 1º]

annessa a: Domus Romana Sacerdotalis

Incaricati attuali:
[data nomina | N. Decreto | data inizio | data fine ]
Rettore:
Don Giovanni CERETI (Genova)
[ 28/02/2000 | 213/2000 | 28/02/2000 | ]


Storia

La chiesa, prima dedicata a S. Sisto, fu costruita con lascito testamentario del
prelato genovese Melia Duce Cicala, tesoriere della Camera Apostolica, approvato con
bolla di Papa Sisto IV il 21 febbraio 1481. Lo stesso prelato provvide alla
costruzione di un ospedale nelle immediate vicinanze della chiesa per i marinai
genovesi (Marini, Archiatri pontifici, I, 125) Papa Innocenzo VIII, con bolla del 2
gennaio 1489, dichiarò la fondazione del Cicala Istituto Nazionale Genovese. Il
patrimonio del Cicala scomparve con il sacco di Roma del 1527: il Card. Giovanni B.
Cicala riuscì a recuperare parte dei beni e, con l’aggiunta di un lascito di G.B.
Piccaluga, ridonò l’antico splendore all’Istituto, che fu eretto in
arciconfraternita da Papa Giulio III con bolla del 9 luglio 1553; il Pontefice, tra
i vari privilegi, dette quello di liberare ogni anno un condannato a morte:
privilegio confermato con rescritto di Papa Gregorio XIII del 13 aprile 1576
(Archivio di Stato di Roma, Camerale III, busta 1973). L’arciconfraternita, dopo
l’incameramento e l’assoggettamento al potere civile voluto dalle leggi eversive
dell’asse ecclesiastico, è tornata alle dipendenze dell’autorità ecclesiastica con
R.D. 2 agosto 1938.
per segnalare errori sui dati e/o integrare ulteriori informazioni:
annuario@diocesidiroma.it

192.168.120.10